La Commissione europea ha annunciato un programma finanziario per promuovere l’uso del capitale di rischio in Europa. Il piano del valore di 2,1 miliardi di euro, dovrebbe stimolare investimenti per 6,5 miliardi di euro.

 

L’Unione europea metterà a disposizione 410 milioni di euro provenienti da diverse fonti europee di spesa (tra le quali il programma Horizon 2020). Il denaro comunitario permetterà a sei fondi privati di raccogliere nuovi finanziamenti pubblici e privati per un totale di 2,1 miliardi di euro da investire successivamente in esistenti fondi di capitale di rischio. Questi ultimi potranno poi stimolare investimenti fino a raggiungere i 6,5 miliardi di euro.

 

Le opportunità per le start-up

I sei fondi selezionati – Aberdeen Standard Investments, Axon Partners Group, Isomer Capital, LGT, Lombard Odier Asset Management e Schroder Adveq – dovranno concentrarsi su progetti che riguardino almeno quattro paesi membri. Il programma si concentrerà in settori innovativi: le tecnologie delle comunicazioni, il digitale, le scienze della vita, le tecnologie mediche, e l’efficienza energetica. Si tratta chiaramente di una grande opportunità per le start-up.

 

Bruxelles ha precisato che il coinvolgimento dei privati sarà monitorato da vicino con l’obiettivo di unire la specializzazione privata con la credibilità pubblica.

 

La Commissione europea prevede che 1.500 imprese potranno beneficiare di VentureEU. Molti imprenditori potranno quindi presto ottenere gli investimenti di cui hanno bisogno per innovare e crescere fino ad arrivare a proporre sul mercato delle storie di successo.

 

Nel 2016, nell’Unione ci sono stati investimenti nel capitale di rischio per 6,5 miliardi di euro, rispetto ai 39,4 miliardi negli Stati Uniti. La strategia della Commissione europea nasce dalla necessità di avvicinarsi ai numeri d’oltreoceano.

 

(Fonte: Il Sole24ore)