Per una startup, far breccia nel settore tecnologico non è semplice. La sfida è quella di introdurre prodotti e soluzioni che possano far la differenza all’interno di un mercato in cui ogni giorno un grande numero di imprenditori propone modelli di business innovativi.

 

La buona notizia è che, nonostante la competizione sia agguerrita, il modo di farsi notare e ricavarsi così una nicchia di mercato, per una startup, c’è sempre; a patto che vengano seguite delle semplici buone pratiche.

Il Forbes Technology Council è un’organizzazione basata su inviti che ospita dirigenti di livello senior. Di seguito, alcuni dei membri dell’organizzazione dispensano dodici consigli pensati per quegli imprenditori in procinto di lanciarsi sul mercato. Fondamentalmente, si tratta di linee guida utili a definire lo scenario operativo – interno ed esterno – e dunque pensate come strumenti per le startup per entrare efficacemente nel settore dell’innovazione tecnologica.

 

1. Assicuratevi che il prodotto o il servizio che commercializzate sia qualcosa che usereste
Usereste regolarmente il vostro prodotto o servizio? Se la risposta è no, nemmeno i vostri utenti lo faranno. Ed è importantissimo che vi siano persone che lo fanno. Soprattutto all’inizio, infatti, avere degli utenti attivi è fondamentale al fine di migliorare e promuovere adeguatamente l’offerta. [Matthew Kolb, Class Finders]

 

2. Informate il vostro target con un messaggio chiaro e semplice
Più il settore è competitivo, maggiori saranno le opzioni a disposizione del vostro target e di conseguenza le informazioni da valutare prima di scegliere un fornitore. In una situazione del genere, la scelta ricadrà sul fornitore che semplifica e spiega le cose in maniera chiara. [Simon Smith, BenchSci]

 

3. Valutate con attenzione se è veramente il caso di entrare in un mercato altamente competitivo
Sarebbe meglio puntare su un prodotto o servizio che ancora nono esiste piuttosto che entrare in un mercato in cui esistono già competitori diretti. Sarete notati più velocemente e attrarrete probabilmente un pubblico più ampio. [Chalmers Brown, Due]

 

4. Identificate il vostro vantaggio esclusivo nei confronti dei competitor
Quando una startup entra in un mercato competitivo, il contesto è di solito ostile. Lo svantaggio in termini di risorse ed esperienza nei confronti dei competitor può essere un problema. È necessario che le startup abbiano un vantaggio unico ed esclusivo a loro favore. Può trattarsi del modello di business (Vedi Uber, Airbnb, ecc.), di un vantaggio tecnologico (Google, inizialmente, SpaceX o Tesla) o di una solida user experience (Nest). [Anand Prakash, GrailAI]

 

5. Curate gli aspetti finanziari
Molte startupdella Silicon Valley, giusto per fare un esempio, hanno riposto troppa fiducia nel valore intrinseco del prodotto e della relativa user experience, sottovalutando la redditività del prodotto in sé. Se un approccio del genere ha funzionato per Instagram, lo stesso non si può dire per Twitter o per quel 90% delle startup che hanno poi dichiarato fallimento. Il consiglio è dunque quello di creare un prodotto che abbia solide basi finanziarie. [David Murray, Doctor.com]

 

6. Dimostrate di conoscere l’ABC delle startup
Una startup che si affaccia su un mercato competitivo deve dimostrare capacità di creare un brand, di poterlo scalare nel breve termine e possedere alle spalle un team orientato al soddisfacimento dei bisogni e alla ricezione dei feedback degli utenti. [Naresh Soni, Tsunami ARVR]

 

7. Non perdete troppo tempo a studiare la concorrenza
Studiare l’offerta è fondamentale per determinare una strategia aziendale ma alcuni perdono troppo tempo attorno alla concorrenza piuttosto che a sviluppare o a innovare il prodotto. Attenzione! Dopo un po’ che si studiano i concorrenti c’è il rischio che la vostra offerta si appiattisca su degli standard condivisi. [Scott Stiner, UM Technologies]

 

8. Create una narrativa attorno ai vostri elementi disitintivi
Identificate gli elementi distintivi della vostra startup, costruiteci sopra una storia convincente e fate sempre riferimento alla storia stessa quando prendete delle decisioni. Sia che si tratti di marketing, del prodotto o del recruitment di nuove figure per il team, ogni decisione dovrebbe puntare a rinforzare la storia del prodotto. Sarà questo che vi distinguerà dai vostri concorrenti. [Zohar Dayan, Wibbitz]

 

9. Pensate alla concorrenza in funzione collaborativa
Istruitevi e istruite il vostro team sul mercato in cui state operando fino a diventarne esperti. Create rapporti che abbiano un valore, non solo con gli utenti ma anche con i vostri concorrenti, i quali devono essere intesi come potenziali partner e collaboratori. [Alexandro Pando, Xyrupt]

 

10. Conoscete il vostro brand, prodotto e target
Comprendete il perché, il come e il quando. Non importa quanto siano particolari il vostro prodotto, servizio o strategia: assicuratevi di comprendere cosa state fornendo, cosa vogliono i vostri clienti e le modalità in cui sarete in grado di alterare il mercato e scalare la piattaforma, mantenendo alta la qualità e gestendo il successo, che potrebbe arrivare in maniera più rapida di quanto previsto. [Mark Butler, Qualys.com]

 

11. Assicuratevi che esista un mercato per il vostro prodotto o servizio
Prima di tutto, sondate in maniera efficace il mercato. Potreste essere sicuri di avere nel carniere la migliore idea del mondo, ma se questa non ha mercato, sprecherete anni a lavorare su qualcosa che nessuno ha realmente bisogno di usare. Anche se la vostra soluzione è già pronta all’uso, ci vuole comunque una visione chiara del contesto, fin dall’inizio. Fungerà da riferimento per tutto il vostro team. [Ivailo Nikolov, SiteGround]

 

12. Identificate i vostri clienti specifici e i loro bisogni
Ci sono solo due modi perché una startup abbia successo: fornire un servizio migliore oppure offrirlo ad un costo inferiore. Se entrate in un mercato competitivo, si lavorerà probabilmente con margini assai ridotti, quindi il consiglio è quello di concentrarsi sulla qualità del servizio. Questo è possibile solo ponendosi come obiettivo clienti specifici e orientandosi al soddisfacimento dei loro bisogni. [Dzenis Softic, Clickbooth]

 

(Fonte: Forbes Technology Council)